Bambini con problemi nella produzione dei suoni, sillabe e parole

Bambini con problemi nella produzione dei suoni, sillabe e parole

L’aprassia infantile è un disordine del linguaggio motorio. I bambini hanno problemi nella produzione dei suoni, sillabe e parole. Il bambino sa quello che vuole dire, ma il suo cervello ha difficoltà a coordinare i movimenti muscolari necessari per pronunciare quelle parole. Il cervello ha problemi di pianificazione per spostare le parti del corpo, labbra, mascella, lingua, necessari per l’articolazione della voce.

Aprassia infantile nel bambino – Quali sintomi?

Non tutti i bambini con aprassia mostrano gli stessi sintomi, ma nel caso in cui si rilevino questi sintomi è importante che il bambino effettui quanto prima una visita specialistica Foniatrica ed una Valutazione logopedica funzionale effettuata da un logopedista, che ha conoscenza delle caratteristiche fondamentali dello sviluppo del linguaggio per escludere altre cause di problemi dello stesso.

Gli aspetti generali da mettere a fuoco sono i seguenti

  •  Nel bambino piccolo:

– le prime parole sono in ritardo, possono mancare alcuni suoni;

– mostra difficoltà nel combinare i suoni, possono evidenziarsi lunghe pause tra i suoni;

– articola solo un paio di consonante diverse e suoni vocalici;

– può avere problemi nel mangiare.

  •  Nel bambino più grande:

– commette errori fonetici che non sono il risultato di immaturità di linguaggio;

– può comprendere il linguaggio molto meglio di come lo parla;

– può sembrare che trattenga le parole nel tentativo di produrre suoni o per coordinare le labbra, la lingua e la mascella per la sua difficoltà nel coordinare il movimento volontario;

– ha più difficoltà nel dire più parole o frasi lunghe rispetto a quelle più brevi;

– il suo linguaggio è difficile da comprendere, soprattutto per un ascoltatore non familiare;

– il suo eloquio ha una prosodia monotona, si blocca sulla sillaba o su una parola sbagliata;

– sembra avere maggiori difficoltà quando è ansioso.

Aprassia infantile nel bambino – Iter per una diagnosi di aprassia infantile

  • L’audiologo fa una valutazione dell’udito per escludere la perdita dell’udito come una possibile causa delle difficoltà di linguaggio del bambino.
  •  Il foniatra redige la diagnosi clinica.
  •  Il logopedista svolge la valutazione funzionale, prestando particolare attenzione alle competenze motorie del distretto lingua-bocca-faccia, l’aspetto prosodico del linguaggio, le competenze articolatorie dei vari foni e lo sviluppo del linguaggio.
  •  Il logopedista è in grado di accertare la presenza di disartria ed escludere altri disturbi del linguaggio (disordine fonetico fonologico puro), per effettuare una valutazione corretta raccoglie un campione del discorso del bambino in varie circostanze, un eloquio spontaneo, la ripetizione di parole e frasi, la lettura e spiegazione, il livello narrativo.

Aprassia infantile nel bambino – Cure e trattamento dell’aprassia infantile

La ricerca dimostra che i bambini con aprassia hanno più successo quando ricevono un trattamento frequente (3-5 volte a settimana) e intensivo. I bambini che effettuano una terapia individuale tendono a fare meglio rispetto ai bambini che svolgono la terapia in gruppo. Dopo il primo periodo ti terapia quando si evidenziano i primi miglioramenti, la terapia può essere svolta con una frequenza minore (due sedute settimanali), in queste circostanze la terapia di gruppo può essere una soluzione migliore.

L’aprassia è un disturbo del coordinamento del linguaggio, non della forza del tono muscolare, esercizi isolati, progettati per rafforzare i muscoli del cavo orale non aiuteranno il suo linguaggio.

Ne consegue che: per migliorare il linguaggio, il bambino deve esercitarsi molto nel discorso, pertanto la pratica a casa è molto importante. Una delle cose più importanti che la famiglia deve avere bene chiare è che il trattamento per l’aprassia richiede tempo ed impegno. I bambini hanno bisogno di un ambiente di sostegno che li aiuti a sentirsi motivati, che ne gratifichi il successo nei miglioramenti della loro comunicazione.

Bambini con Aprassia infantile, ovvero disturbo del coordinamento del linguaggio.

Rispondi