Descrivi il tuo papà per Scuola Primaria

Testo descrittivo per bambini di Scuola Primaria
“Descrivi il tuo papà”

Con la descrizione sul papà per scuola elementare che trovate in questo articolo sarà molto più semplice, per gli alunni, realizzare un lavoro di questo tipo. Non deve mai mancare né la descrizione fisica né quella caratteriale.

“Descrivi il tuo papà” per Scuola elementare: Testo descrittivo per bambini di Scuola primaria

Realizzare una descrizione del papà per bambini di Scuola elementare può risultare molto semplice per quei bambini che hanno un rapporto stupendo col padre e che conoscono molti aspetti del suo carattere: per loro, basterà leggere il testo descrittivo sul papà per le elementari che trovate sotto (una lettura fatta ovviamente con un adulto che possa guidarli su Internet) per capire come impostare al meglio un lavoro di questo tipo. Per altri bambini, quelli che non hanno un rapporto profondo col proprio papà – e purtroppo non ne sono pochi – sarà molto difficile tracciare un profilo completo del padre, che verterà soprattutto su una descrizione fisica. Una descrizione che non sarà mai completa come quella di un alunno che è sempre in contatto col mondo paterno.

Quando un alunno si trova davanti alla traccia “descrivi tuo padre fisicamente e caratterialmente“, dovrà innanzitutto realizzare una lista di aggettivi del proprio papà e poi combinarli insieme per fare una descrizione il più completa possibile, intessendo tra loro anche degli episodi nei quali emerge com’è il proprio papà.

Descrivere il padre per bambini di Scuola primaria può risultare molto più semplice leggendo il nostro tema già fatto: ci sono tanti spunti che aiutano senza dubbio a realizzarne uno originale e grammaticalmente corretto.

“Descrivi il tuo papà”, testo descrittivo per la Scuola Primaria adatto ai bambini

Il mio papà è divertentissimo! Ogni volta che penso a lui, sorrido sempre perché è un grandissimo burlone. Si diverte tanto a fare gli scherzi e le sue “vittime” siamo io e la mamma, soprattutto la mamma: lui mi chiede di essere suo complice, ma io alcune volte non riesco a trattenere le risate e la mamma ci scopre. 

Non ho visto mai col viso triste il mio papà. Quando invece sono triste io, lui trova sempre il modo per tirarmi su di morale: qualche volta con una semplice passeggiata e un gelato mangiato insieme mentre mi parla di quando era lui un ragazzino, qualche altra volta andando a giocare a pallone. Questo sport piace tantissimo a entrambi.

Il mio papà ha giocato sia a calcio che a basket perché è piuttosto alto. Non so precisamente quanto è alto, però so per certo che non è basso. È magro ma non debole: riesce a sollevare grandi pesi con la sua forza, soprattutto quando aiuta la mamma a spostare i mobili per le faccende di casa.

Ha gli occhi marroni come i miei, i capelli neri e corti che tiene in ordine con la sua cera, e ha poca barba sul viso. Ha un naso normale come le sue orecchie. 

Mio padre si veste sempre sportivo: jeans e e t-shirt quasi tutti i giorni; il sabato e la domenica, invece, usa dei vestiti più eleganti e anche mia madre fa così.

Mio padre ha pochi difetti, ma ce n’è uno che mi fa proprio innervosire: lui propone sempre dei film da vedere tutti insieme, ma non appena iniziano, lui si addormenta! E non vede mai il finale. Spesso sceglie film che a me e alla mamma non piacciono (come quelli d’azione) e noi siamo costretti a vederli mentre lui dorme. Una volta, però, gli abbiamo fatto un bellissimo scherzo: mentre dormiva, gli abbiamo versato dell’acqua ghiacciata in faccia e da quel giorno ci pensa su mille volte prima di chiudere gli occhi durante un film!

Papà è una brava persona, ha un cuore enorme ed è molto generoso. Trasmette tanta allegria e ogni volta che sto con lui mi sento davvero felice. 

“Descrivi il tuo papà” per Scuola elementare: Testo descrittivo per bambini di Scuola Primaria

Rispondi