Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna: Favola di Esopo per Bambini

Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna – Favola di Esopo per bambini
Scuola Primaria

Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna: la Favola di Esopo completa

<<Un cacciatore, che in verità non aveva mai avuto la fama di essere coraggioso, si mise in mente di dimostrare il suo sangue freddo cercando di scovare la tana del leone. Una mattina quindi partì da casa minuto di fucile, accompagnato dal suo cane fedele e si diresse verso il bosco scrutando bene il terreno in cerca delle orme della belva. Giunto nei pressi di un cascinale incontrò un taglialegna e gli chiese:-scusate, avete visto per caso le orme del leone in questi paraggi? sto cercando la sua tana e vorrei seguirle.- ma altro che orme posso indicarvi! posso presentarvi subito il re degli animali in carne ed ossa. Aspettate che lo chiamo: è proprio qui dietro il cascinale…-no no! lo interruppe il cacciatore sbiancato in viso dal terrore- non volevo il leone, cercavo solo le sue orme e la sua tana. Però le sue ultime parole furono gridate al vento perchè ormai, presa la fuga nella direzione dalla quale era venuto, era ben lontano dal cascinale.>>

— Fine della favola “Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna” —

Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna: la morale della Favola di Esopo

Come insegna la morale della favola Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna“: esistono molte persone che si mostrano coraggiose a parole, ma appena il pericolo si concretizza, si tirano abilmente indietro.

La Favola di Esopo: Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna è stata riadattata e la potete proporre ai bambini della Scuola Primaria per comprendere che spesso esistono molte persone che si mostrano coraggiose a parole, ma appena il pericolo si concretizza, si tirano abilmente indietro.

Potete scaricare la Storia e i Disegni della favola ‘Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna’ in maniera gratuita cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

Il Cacciatore Pauroso e il Taglialegna – Favola di Esopo per bambini

Rispondi