8 Marzo – Festa della Donna ‘Lavoretti con i Bambini’

8 Marzo – Festa della donna: ‘Lavoretti con i bambini’ Scuola Primaria e Scuola Infanzia

L’8 Marzo è la Festa della donna. E se è vero che non tutte le donne sono convinte di voler festeggiare questa data, è altrettanto vero che il primo passo per farsi un’opinione è quello di conoscere la vera origine di questa giornata. Non a caso, le domande più cercate su Google ogni anno sul tema sono: “perché si festeggia l’8 marzo” e “perché si dona la mimosa per la festa della donna”.

Quando è nata la ricorrenza e perché si festeggia? L’8 Marzo è quindi la Giornata internazionale della donna, detta anche Festa della donna o Festa delle donne

Festa della Donna: quando nasce la giornata internazionale della Donna e perché si festeggia?

Sull’origine della festa della donna c’è una leggenda da sfatare. Riguarda il presunto incendio in una fabbrica di camicie di New York, che l’8 marzo del 1911 avrebbe provocato la morte di 134 operaie, intrappolate dalle uscite sbarrate dei locali. Su questo racconto, in realtà, non esiste certezza né sulle date, né sul numero di vittime, e nemmeno sulla veridicità. Eppure è l’episodio più ricordato durante questa ricorrenza per il suo valore simbolico.

La storia, in verità, è più complessa e affonda le radici nel febbraio del 1909, quando il Partito socialista americano propose di celebrare una giornata dedicata all’importanza delle donne nelle società. Iniziativa ripresa l’anno successivo dall’attivista Clara Zetkin, che durante la seconda Conferenza internazionale delle donne socialiste tenutasi a Copenaghen, riprese l’idea di fissare un giorno per questa festa. Fu però solo a Mosca nel 1921, durante la Seconda conferenza delle donne comuniste, che si stabilì l’8 marzo come data unica per tutti i paesi, in ricordo della manifestazione contro lo zar a San Pietroburgo del 1917, cui parteciparono moltissime donne. Tuttavia si deve aspettare il 1975, Anno internazionale della donna, per ottenere il riconoscimento della celebrazione ufficiale da parte dell’ONU che, nel 1977, dichiarerà l’8 marzo ‘Giornata delle Nazioni Unite per i diritti delle Donne e per la pace internazionale’.

8 marzo: perché la mimosa è diventata il simbolo delle donne?

Non si può accettare o donare una mimosa senza conoscerne la storia, tutta italiana, che risale al 1946, quando l’ex partigiana e neoparlamentare Teresa Mattei propose un fiore da abbinare alla ricorrenza che fosse più economico della violetta francese, tradizionalmente simbolo della sinistra europea.

La scelta ricadde sula mimosa, il fiore che i partigiani regalavano alle staffette, ma anche una specie selvatica molto facile da trovare durante il mese di Marzo e quindi accessibile a tutti. Da notare che la mimosa sembra un fiore fragile, ma in realtà è molto forte e capace di sopravvivere anche in situazioni difficili. Per questo si dona una mimosa a tutte le donne in occasione della Festa della donna.

Potete scaricare e stampare l’Attività Didattica ‘Lavoretti per la Festa della Donna’ gratuitamente cliccando sul tasto “Download“.

Lavoretti per la Festa della Donna 8 Marzo – Attività Didattica per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Rispondi