Correlazione Visione corretta e Apprendimento nel Bambino?

Correlazione visione corretta e apprendimento nel bambino? Scuola primaria

Vedere correttamente rappresenta la prima condizione per l’apprendimento del bambino. La visione ha un ruolo fondamentale nel processo di apprendimento del bambino, poiché consente di accumulare informazioni che andranno a formare il suo bagaglio di conoscenze.

Inizialmente, vedere dà al bambino la possibilità di comprendere dove si localizzano gli oggetti nello spazio. Più avanti, una delle abilità che si sviluppa grazie alla visione è quella della lettura, che consiste nella capacità di riconoscere ed interpretare un testo scritto, comprendendone il significato.

È frequente che nei bambini affetti da deficit delle abilità visive (visuo-spaziali, visuo-motorie e visuo-percettive), possano comparire anche i disturbi specifici dell’apprendimento (DSA).

Correlazione visione corretta e apprendimento nel bambino? – La dislessia è il disturbo specifico della lettura

La dislessia è il disturbo specifico della lettura che ha a che fare con l’abilità di decodifica del testo. In questi casi la lettura è caratterizzata da distorsioni, sostituzioni o omissioni, lentezza ed errori di comprensione.

Nello specifico un bambino affetto da dislessia presenta dei movimenti degli occhi molto diversi rispetto a quelli di un bambino con buone capacità di lettura: un bravo bambino legge tre righe di testo nello stesso tempo in cui un dislessico ne legge una.

Correlazione visione corretta e apprendimento nel bambino? – Dislessia, segnali da non sottovalutare

I segni ed i sintomi a carattere visivo che, più frequentemente, si riscontrano in bambini affetti da DSA sono: ammiccamento frequente, occhi arrossati e lacrimazione eccessiva, chiusura di un occhio, fastidio alla luce (fotofobia), vista annebbiata, mal di testa (cefalea), rotazione/inclinazione del capo, avvicinamento o allontanamento del capo dal testo, verticalizzazione del testo per aiutarsi nella lettura, aumento dei movimenti della testa durante la lettura, tendenza a saltare e a rileggere le righe, lettura lenta e stancante, difficoltà a copiare dalla lavagna e nell’allineamento dei numeri, ridotta comprensione del testo.

In presenza ripetuta nel tempo di tali segni e sintomi, è bene sottoporre il bambino anche ad una visita oculistica e a una valutazione ortottica per identificare eventuali problematiche connesse alla presenza di un DSA.

Infatti i disturbi visivi possono ridurre in modo significativo le prestazioni del bambino, creando problemi di concentrazione ed affaticamento (“astenopia“) nel lungo termine.

Correlazione visione corretta e apprendimento nel bambino?

Rispondi