Materiale ABA per Autismo: categorie e associazioni

Gioco delle categorie e delle associazioni per bambini Scuola Infanzia

Come svolgere questa Attività Categorie-Associazioni? – Scuola Infanzia

Per prima cosa la persona adulta dovrà ritagliare le immagini in base alla loro categoria di appartenenza. In questa attività le categorie sono riguardano 8 classi di appartenenza: frutta, verdura, mezzi di trasporto, oggetti scolastici, animali, indumenti, giocattoli e strumenti musicali.

Dovrete spiegare al bambino ciò che andrà a fare nell’attività proposta, cioè imparare a dividere gli oggetti collocandoli nella loro categoria di appartenenza. In questo modo si andranno a sviluppare le abilità visuo-percettile del bambino. Attraverso questa abilità il bambino riuscirà a raggruppare mentalmente oggetti diversi in base alla loro categoria di appartenenza, alla loro funzione, o alle loro caratteristiche simili.

Infine, grazie alla ‘Categorizzazione‘ l’ambiente che circonda il bambino non verrà più percepito come insieme confuso di oggetti ed elementi, ma il bambino acquisirà un sistema in cui collocare ciò che lo circonda in modo funzionale.

Obiettivo finale Attività ‘Categorie e delle Associazioni’: Sviluppare le abilità visuo-percettile del bambino.

Potete scaricare e stampare le Schede Didattiche Categorie-Associazioni gratuitamente cliccando sul tasto “Download“.

Attività ‘Categorie-Associazioni’ per bambini Scuola Infanzia

Filastrocca di Carnevale per Bambini

Filastrocca di Carnevale per bambini – Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Per la Festa di Carnevale meno male che ci sono i bambini, meno male che c’era Rodari!

Ovunque il Carnevale è anche una festa per i bambini che possono vestire i panni dei loro eroi e sfidarsi a colpi di innocui proiettili, i coriandoli.

Gianni Rodari aveva dedicato loro questa suggestiva filastrocca di Carnevale:


«Viva i coriandoli di Carnevale, bombe di carta che non fan male!
Van per le strade in gaia compagnia i guerrieri dell’allegria:
si sparano in faccia risate scacciapensieri,
si fanno prigionieri con le stelle filanti colorate.
Non servono infermieri perché i feriti guariscono con una caramella.
Guida l’assalto, a passo di tarantella, il generale in capo Pulcinella.
Cessata la battaglia, tutti a nanna.
Sul guanciale spicca come una medaglia un coriandolo di Carnevale».

Filastrocca di Carnevale di Gianni Rodari per bambini – Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Lavoretti di Carnevale per bambini della Scuola Primaria

Lavoretti di Carnevale per bambini della Scuola Primaria

Nella tradizione cattolica il Carnevale indica il periodo dell’anno antecedente la quaresima (cioè letteralmente il quarantesimo giorno prima di Pasqua). Per alcuni comincerebbe addirittura dal giorno di Santo Stefano, subito dopo Natale, collegando così le due principali feste religiose della cristianità. Per altri dopo l’Epifania. C’è infine chi cita il 17 gennaio come giorno di partenza del Carnevale. Tutti d’accordo invece sulla fine, quel «martedì grasso» che precede il «mercoledì delle ceneri» che inaugura la Quaresima.

Arte e Immagine per bambini della Scuola Primaria: Lavoretti di Carnevale

Ogni occasione è buona per lasciare i bambini sfogare la loro creatività. Ecco, quindi, che qui si possono sbizzarrire con questi due semplici lavoretti di Carnevale:

  • maschere di animali
  • maracas fai da te

Per realizzare questi lavoretti di Carnevale bastano pochi materiali, alcuni dei quali molto probabilmente già presenti in casa. È anche un pretesto per riutilizzare dei materiali che andrebbero altrimenti buttati via. Vediamoli uno ad uno!

Continua a leggere

Le maschere tradizionali di Carnevale

Le maschere tradizionali di Carnevale

Le maschere tradizionali italiane di Carnevale

Le maschere tradizionali italiane di Carnevale sono: Arlecchino, Colombina, Brighella, Dottor Balanzone, Pulcinella e in gran parte quelle che si rifanno alla Commedia dell’arte che nata in Italia nel XVI secolo e rimasta popolare sino al XVIII secolo. 

Le rappresentazioni non erano basate su testi scritti ma dei canovacci (traccia) detti anche scenari.  Inizialmente queste rappresentazioni si tenevano all’aria aperta con una scenografia fatta di pochi oggetti.

Le compagnie erano composte da dieci persone: otto uomini e due donne. All’estero era conosciuta come “Commedia italiana”. La parola “arte”, significava “mestiere” e si chiamava anche: commedia all’improvviso, commedia a braccio o commedia degli Zanni.

Continua a leggere

Sfilate di Carnevale in Italia

Sfilate di Carnevale in Italia

Feste, scherzi, maschere, travestimenti, decorazioni, dolci tipici come le bugie e le chiacchiere, musica e tantissima allegria. Il Carnevale è uno dei periodi più attesi dell’anno dai bambini, ma non solo.

Anche gli adulti ne approfittano per ritornare bambini e concedersi un pizzico di follia che ogni tanto non guasta. Ecco qui dove poter assistere alle sfilate più celebri, spesso gratuite, ai carnevali più insoliti e alle apposite iniziative per i più piccoli. Da Nord a Sud.

Continua a leggere