27 Febbraio – Giornata Mondiale dell’Orso Polare

27 Febbraio – Giornata Mondiale dell’Orso Polare

Oggi 27 Febbraio è la Giornata Mondiale dell’orso polare. Una giornata che ci ricorda ancora una volta l’importanza della lotta al riscaldamento globale e il rispetto della biodiversità.

Il cambiamento climatico ha drasticamente ridotto la presenza di ghiaccio marino, l’habitat naturale dell’orso polare che ora rischia l’estinzione.

Ogni decennio, a causa dell’aumento della temperatura, la presenza di ghiaccio marino diminuisce del 13%. Se dovesse continuare questo trend, nel 20335 il mare Artico potrebbe essere completamente privo di ghiacci nei mesi estivi. Un’evitabile condanna a morte per gli orsi polari.

27 Febbraio – Giornata Mondiale dell’Orso Polare: Tra le specie più minacciate dagli effetti dei cambiamenti climatici

La maggior parte degli orsi polari vive in Canada, ma si stima che nel mondo ce ne siano tra i 22mila e i 31mila esemplari suddivisi in 19 sotto-popolazioni. Sono abili nuotatori e si cibano di foche dagli anelli e foche barbute. Anche le loro prede vivono sui ghiacci e dato che questi si stanno ritirando gli orsi sono obbligati “a percorrere sempre maggiori tratti sulla terraferma, e la difficoltà di trovare sufficiente cibo li spinge ad avvicinarsi pericolosamente ai centri abitati. La riduzione dei potenziali conflitti tra orsi e umani è un’altra delle sfide del Wwf per la salvezza della specie”, classificata come vulnerabile dall’Unione mondiale per la conservazione della natura. A minacciare questi mammiferi sono anche le esplorazioni petrolifere nel loro habitat.

L’Unione europea, gli Stati Uniti e altre sette nazioni hanno raggiunto un accordo che vieta la pesca commerciale nelle acque dell’Artico per i prossimi sedici anni, che senz’altro avrà ricadute positive anche sul benessere degli orsi polari. Dalla Thermostat challenge all’adozione, poi, sono tanti i modi in cui ognuno di noi può contribuire a salvare questi mammiferi dall’aspetto tanto tenero.

27 Febbraio – Giornata Mondiale dell’Orso Polare

Rispondi