Gravidanza e Villocentesi per individuare la Sindrome di Down

Gravidanza e Villocentesi per individuare la Sindrome di Down

La villocentesi è una procedura invasiva di diagnosi prenatale che permette di prelevare frammenti del cosiddetto tessuto coriale, dal quale poi si svilupperà la placenta. I frammenti prelevati possono essere esaminati in laboratorio per ottenere informazioni su eventuali malattie cromosomiche o genetiche del feto.

Gravidanza e Villocentesi per individuare la Sindrome di Down: Come viene eseguita?

Nella grande maggioranza dei casi (il 90% circa), il prelievo viene eseguito per via transaddominale, mediante l’inserzione di un ago attraverso l’addome della donna sotto diretto controllo ecografico. Il prelievo dura circa 5-10 secondi e non richiede anestesia. 

Gravidanza e Villocentesi per individuare la Sindrome di Down: Quali informazioni fornisce?

Sul materiale prelevato si possono ottenere varie informazioni:

  • sindromi cromosomiche: fornisce informazioni sul numero e la struttura dei cromosomi del feto e serve quindi a diagnosticare eventuali anomalie come la presenza di trisomia 21 (Sindrome di Down);
  • anomalie cromosomiche più fini;
  • malattie genetiche specifiche;
  • paternità del feto.

Gravidanza e Villocentesi per individuare la Sindrome di Down: Quando si effettua la villocentesi?

Il prelievo di villi coriali può essere effettuato a partire dalla decima settimana compiuta di gravidanza in poi. In genere, avviene tra le 11 e le 13-14 settimane

Gravidanza e Villocentesi per individuare la Sindrome di Down: Fa male fare la villocentesi?

L’esame è in genere ben tollerato. A volte può risultare fastidioso e, in alcuni casi, lievemente doloroso, oppure possono manifestarsi leggere contrazioni: in questi casi si può consigliare l’assunzione di un antispastico una volta terminato il prelievo

Gravidanza e Villocentesi per individuare la Sindrome di Down: Quanto costa la villocentesi?

Nei centri pubblici o convenzionati con il Servizio sanitario nazionale la villocentesi è gratis per le donne che hanno un rischio aumentato di patologie.

Non sono molti i centri privati che la eseguono, ma in questo caso i costi si aggirano tra i 700-1400 euro.

Rispondi