Materiale didattico e informativo, Sostegno Matematica ✓ Didattica Facile Matematica - SostegnO 2.0

Come si impara a contare? Per bambini 2-4 anni

Sviluppare i prerequisiti e imparare a contare

Fino agli anni ’70 si pensava che la matematica fosse un’abilità da imparare alla Scuola elementare. Diverse ricerche hanno dimostrato invece che l’intelligenza numerica è innata, che i neonati appena vengono al mondo sono in grado di discriminare insiemi di 2 o 3 elementi e dai 5-6 mesi riconoscono insiemi con numerosità più grandi.

Se proponiamo loro due quantità a confronto, per esempio 8 e 16 elementi, la loro attenzione sarà catturata dall’insieme maggiore. Per rendere chiara la differenza, il rapporto fra i due dovrà essere sempre almeno il doppio.

La capacità innata di riconoscere quantità fino a 4 elementi si chiama ‘subitizing‘ e la potete vedere facilmente anche in voi adulti, quando, di fronte quantità fino a 4 elementi non avete bisogno di contare.

Queste competenze preverbali possono essere allenate dai bimbi 6-8 mesi, per esempio proponendo ai bambini quantità diverse e chiedendo “Dove ce ne sono di più?”, “Dove ce ne sono di meno?”. Nei piccolissimi possiamo vederlo con il loro avvicinarsi spontaneo al gruppo maggiore, saremo noi a dire “Bravo! Quelli sono di più.”

Come si impara a contare?

L’abilità del contare può essere sviluppata intorno ai 2 anni fino ai 4 di età. Sono stati 3 principi fondamentali su cui si basa il processo di conteggio:

  1. Ordine stabile. È la capacità di conoscere e ripetere le parole numero (uno, due, tre, quattro, cinque…) nell’ordine esatto. La potete allenare ripetendo insieme al bambino i numeri, usando anche canzoni e filastrocche. 
  2. Corrispondenza biunivoca. Ogni elemento contato corrisponde a una sola parola numero. Cioè ad ogni vostra azione, quando toccate o spostate un elemento del gruppo, dovete dire uno e un solo numero.
  3. Cardinalità. L’ultima parola-numero della serie rappresenta la numerosità, in parole semplici ci dice quanti sono. Divertitevi a contare insieme ai vostri bimbi tutte le volte che ne avete occasione. Potete farlo con i loro giochi, gli oggetti che trovate a casa e le immagini in un libro. Anche durante le passeggiate potete stimolarli contando quello che vedete.
  1. Irrilevanza dell’ordine. L’ordine con cui contate gli oggetti può essere diverso, ma la quantità rimane la stessa. Quando contate con i vostri bambini è importante cambiare la posizione degli elementi e il senso in cui contate, ad esempio contate da destra a sinistra e viceversa.
  2. Astrazione. Qualunque cosa può essere contata.

Cos’è importante che i bambini imparino a 3–4 anni?

La cosa più importante che i bambini imparino a 3 – 4 anni è manipolare una quantità. Proponete loro quantità piccole e provando a togliere e aggiungere elementi e chiedete “Quanti sono?”. Ricordate di proporre piccole quantità che i bambini possono sperimentare: a tre anni possono arrivare fino a 5 elementi, a 4 fino a 10.

Quando impara a contare un bambino?

Back to list

ULTIMI ARTICOLI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.