L’Orologio da Costruire per bambini

Orologio da Costruire: Materiale Didattico Storia
Per bambini di Scuola Primaria

Storia per bambini di Scuola Primaria: Orologio da stampare e costruire

In questo articolo trovate la sagoma dell’Orologio da Stampare e Costruire adatto a bambini che frequentano la classe seconda della Scuola Primaria e che stanno studiando l’orologio.

Attraverso questa Attività Didattica di Storia i bambini potranno costruire un orologio e quindi comprendere come è strutturato. Potranno giocare spostando le lancette e quindi leggere l’ora. Dopo avere costruito ognuno il proprio orologio, potranno fare questa attività a coppie, ognuno desidera un orario e l’altro bambino chiederà al compagno “che ore sono?” , il bambino dovrà quindi leggere l’orgoglio e rispondere alla domanda.

Per rendere il gioco più difficile, si può chiedere ai bambini di spostare le lancette o dei minuti o delle ore e chiedere quindi come cambia l’ora, dovranno quindi riflettere se spostare la lancetta indietro o avanti a secondo se dovranno aggiungere o togliere minuti. In questo modo oltre ad esercitarsi a leggere l’ora, i piccoli studenti si eserciteranno nei calcoli, sempre in maniera ludica.

Nel file trovate due orologi differenti: uno con segnati i minuti e i secondi, uno soltanto con le ore. Vi basterà stampare, ritagliarlo e poi con un ferma campione fissate le due lancette alla parte centrale dell’orologio praticando dei fori e bloccando il tutto tramite il sollevamento delle due linguette. I bambini potranno spostare le lancette. Per rendere l’orologio più resistente è meglio utilizzare un cartoncino.

Potete scaricare e stampare in maniera gratuita le Schede Didattiche Storia con Orologio da costruire cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto alla pagina.

Orologio da Costruire – Storia per bambini di Scuola Primaria

Inverno: Memory dell’Inverno per bambini

Memory Inverno: Materiale Didattico
Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Cosa è il Memory? – Gioco Didattico per bambini

Le carte sono mescolate e disposte a dorso coperto sul tavolo ordinatamente o a casaccio, ma senza che si sovrappongano una all’altra. Il primo bambino inizia rivelando due carte, mostrandole a tutti i bambini. Se queste formano una “coppia”, le incassa e procede a rivelarne altre due, altrimenti le ripone coperte nella loro posizione originaria e cede il turno al bambino alla sua destra.

Con l’avanzare del gioco didattico viene rivelato l’aspetto di sempre più carte e diventa più facile accoppiare le carte, se se ne ricorda la posizione. Vince il bambino che riesce a scoprire più coppie.

La variante giocata stabilisce quando due carte formano una coppia. Per esempio possono formare una coppia carte dello stesso valore, oppure carte dello stesso valore e dello stesso colore. Quando si introduce il memory a dei bambini si può semplificarlo riducendo il mazzo, per esempio giocando con un mazzo di 20 carte.

I mazzi del memory non tradizionali sono costituiti da tessere con illustrazioni o foto a tema che rappresentano animali, piante, veicoli, personaggi dei cartoni. Generalmente si devono accoppiare le tessere con la stessa illustrazione, ma in alcuni casi si devono accoppiare tessere complementari, per esempio la mappa di un paese con la sua bandiera.

Continua a leggere

Natale: Lettura di brevi Testi con immagini

Natale: Lettura di brevi Testi con immagini
Per bambini BES/DSA di Scuola Primaria

Brevi testi con immagini con tema Natale da completare per bambini di Scuola Primaria

In questo articolo trovate alcune Schede Didattiche per la Lettura di brevi testi natalizi adatti a bambini che si stanno approcciando alla lettura e scrittura, adatte soprattutto per bambini BES e DSA.

Trovate tre semplici testi, scritti in stampato maiuscolo con un carattere più grande rispetto al carattere che solitamente è presente nei libri che vengono adottati a scuola. Dopo avere letto, i bambini dovranno completare il testo scrivendo alcune parole (sostituite dalle immagini) nell’apposito spazio. In questo esercizio quindi i bambini dovranno scrivere in autonomia le parole raffigurate dalle immagini, quindi oltre a comprendere ciò che stanno leggendo dovranno scrivere in maniera corretta in modo da completare la frase e dare un senso a ciò che si legge.

Potete scaricare e stampare in maniera gratuita le Schede Didattiche di Lettura di brevi testi natalizi cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

Lettura di brevi testi tema Natale con immaginiPer bambini BES/DSA di Scuola Primaria

Autunno: Memory dell’Autunno per bambini

Memory Autunno: Materiale Didattico
Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Cosa è il Memory? – Gioco Didattico per bambini

Le carte sono mescolate e disposte a dorso coperto sul tavolo ordinatamente o a casaccio, ma senza che si sovrappongano una all’altra. Il primo bambino inizia rivelando due carte, mostrandole a tutti i bambini. Se queste formano una “coppia”, le incassa e procede a rivelarne altre due, altrimenti le ripone coperte nella loro posizione originaria e cede il turno al bambino alla sua destra.

Con l’avanzare del gioco didattico viene rivelato l’aspetto di sempre più carte e diventa più facile accoppiare le carte, se se ne ricorda la posizione. Vince il bambino che riesce a scoprire più coppie.

La variante giocata stabilisce quando due carte formano una coppia. Per esempio possono formare una coppia carte dello stesso valore, oppure carte dello stesso valore e dello stesso colore. Quando si introduce il memory a dei bambini si può semplificarlo riducendo il mazzo, per esempio giocando con un mazzo di 20 carte.

I mazzi del memory non tradizionali sono costituiti da tessere con illustrazioni o foto a tema che rappresentano animali, piante, veicoli, personaggi dei cartoni. Generalmente si devono accoppiare le tessere con la stessa illustrazione, ma in alcuni casi si devono accoppiare tessere complementari, per esempio la mappa di un paese con la sua bandiera.

Continua a leggere

Storia Sociale per l’Autismo: Aiutare a lavare i denti

Storia Sociale per l’Autismo: Aiutare a lavare i denti
Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Storia Sociale per bambini con autismo di Scuola Primaria: Lavo i denti da solo!

In questo articolo trovate una breve storia sociale per aiutare i bambini con autismo a lavare i denti da soli. Spesso i bambini non vogliono lavare i denti e non curano la propria igiene personale, non ne sentono il bisogno, per questo la seguente storia sociale rientra nella categoria dell’auto-aiuto. Adatta a tutti i bambini già a partire della Scuola dell’infanzia, soprattutto per la fascia d’età 5-7 anni.

Già il titolo di questa storia sociale per bambini autistici indica perfettamente di cosa tratterà, vengono utilizzati i termini “a volte” e “di solito” o “proverò”, per evitare l’introiezione di regole sociali inflessibili. Le illustrazioni di immagini catturano l’attenzione e migliorano la comprensione del testo.

Potete scaricare gratuitamente la Storia sociale per aiutare a lavare i denti da soli cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

Storia Sociale per l’Autismo: Aiutare a lavare i denti da soli – Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria