Materiale per Autismo: PECS concetti topologici

Materiale per Autismo: PECS concetti topologici Scuola Infanzia e Scuola Primaria

PECS sui Concetti Topologici – Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

In questo articolo trovate materiale con Pecs sulla maggior parte dei concetti topologici: sopra-sotto, dentro-fuori, destra-sinistra, in mezzo, davanti-dietro, alto-basso e tanti altri. Per aiutare i bambini con maggiori difficoltà, soprattutto i bambini dello spettro autistico, queste immagini risultano di facile consultazione e la loro semplicità e immediatezza fa comprendere subito il messaggio.

I bambini che presentano difficoltà nel linguaggio, attraverso le Pecs riescono a comprendere con maggiore facilità i concetti topologici e di conseguenza muoversi nello spazio che lo circolando con maggiore sicurezza.

Per scaricare PECS sui Concetti Topologici e stamparle in maniera gratuita dovete semplicemente cliccare sul tasto in alto “Download” e salvarlo nel vostro computer.

Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria: PECS sui Concetti Topologici

Materiale per Autismo: PECS comportamenti non corretti

Materiale per Autismo: PECS comportamenti non corretti Scuola Infanzia e Scuola Primaria

PECS comportamenti non corretti – Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Le PECS sui comportamenti non corretti sono molto utili per far capire ai bambini i comportamenti che non bisogna assumere i determinate circostanze sia a scuola che in altri ambienti. Trovate infatti PECS che raffigurano le azioni di urlare, sputare, rompere le cose, dare calci, graffiare e altre ancora.

Per scaricare PECS comportamenti non corretti e stamparle in maniera gratuita dovete semplicemente cliccare sul tasto in alto “Download” e salvarlo nel vostro computer.

Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria: PECS comportamenti non corretti

Materiale per Autismo: PECS comportamenti corretti

Materiale per Autismo: PECS comportamenti corretti Scuola Infanzia e Scuola Primaria

PECS comportamenti corretti – Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Le PECS sui comportamenti corretti sono molto utili per far capire ai bambini i comportamenti che bisogna assumere i determinate circostanze sia a scuola che in altri ambienti.

Trovate infatti PECS riferite come alzare la mano, buttare la carta nel cestino, lavare le mani, sistemare dopo avere giocato, dire per favore, ringraziare, ascoltare, essere amico degli altri e altre ancora.

Per scaricare PECS comportamenti corretti e stamparle in maniera gratuita dovete semplicemente cliccare sul tasto in alto “Download” e salvarlo nel vostro computer.

Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria: PECS comportamenti corretti

Materiale per Autismo: PECS

Materiale per Autismo: PECS

PECS: picture exchange communication system

L’utilizzo delle PECS fa parte delle strategie utilizzate nell’ambito della Comunicazione Aumentativa Alternativa (CAA), ma viene utilizzata soprattutto per i disturbi dello Spettro Autistico. il PECS è un “Sistema di Comunicazione mediante Scambio per Immagini“, l’obiettivo che si propone è quella della Comunicazione Funzionale e la Comunicazione come Scambio Sociale.

Parlare e Comunicare attraverso le PECS risultata essere una valida strategia nel campo della terapia del linguaggio e delle tecniche cognitive comportamentali di apprendimento. Come nella CAA vengono utilizzati rinforzi, aiuti, in particolari si usano prompt visivi e fisici. Il PECS è un sistema di apprendimento di funzioni comunicative.

l PECS viene utilizzato con bambini dai 18 mesi in su. Ricerche sperimentali dimostrano che l’introduzione del PECS aiuta l’acquisizione di abilità di comunicazione funzionali, inoltre il PECS sembra favorire lo sviluppo del linguaggio, il consolidarsi di comportamenti sociali appropriati e diminuzione dei comportamenti problema. L’introduzione di un sistema di comunicazione aumentativa alternativa permette una comunicazione funzionale da parte del bambino con difficoltà, con ripercussioni positive in diverse aree dello sviluppo: comunicazione, interazione sociale, con un effetto di diminuzione dei comportamenti problematici.

La prima funzione ad essere insegnata ai bambini è la Richiesta: Il bambino deve imparare a formulare una richiesta per questo la prima cosa da fare è quella di dare al bambino una casa simbolo di un oggetto desiderato che devono dare ad una persona in cambio dell’oggetto. La comunicazione progredisce gradualmente dal semplice scambio con l’altro, alla capacità di discriminare fra immagini, la formulazione di frasi con nomi, verbi, aggettivi non solo per richiedere, ma anche per commentare e raccontare.

Di seguito trovate una serie di link dai quali potete scaricare e stampare in maniera gratuita Materiale per Autismo: PECS per diversi ambiti:

PECS comportamenti corretti

PECS comportamenti non corretti

PECS concetti topologici

Materiale per Autismo: PECS – Per bambini di Scuola Infanzia e Scuola Primaria

La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA)

La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) per bambini Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Che cosa è la CAA (Comunicazione Aumentativa e Alternativa)?

CAA è l’acronimo di Comunicazione Aumentativa e Alternativa cioè ogni forma di comunicazione che sostituisce, integra, aumenta il linguaggio verbale orale.
La CAA viene utilizzate nella pratica clinica e si pone come obiettivo di compensare una disabilità (temporanea o permanente) del linguaggio espressivo. La CAA viene utilizzate anche con bambini affette da autismo, anche se esistono pareri discordi in quanto l’autismo è una una patologia in cui spesso l’intenzionalità la comunicazione è difficile da valutare in modo oggettivo.

In alcuni casi di autismo l’intervento dell’utilizzo della CAA ha ottenuto come un miglioramento del comportamento sociale, soprattutto nell’apprendimento di sequenze temporali di eventi (ad es. le diverse attività della vita quotidiana come alzarsi da letto, lavarsi i denti ecc.).

Nella Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) vengono utilizzati dei simboli colorati, chiamati ‘PCS’ (Picture Communication Symbols). Questi sono disegni semplici, solitamente con una didascalia che spiega il loro significato. In questo caso, il simbolo o l’immagine servono come strumento alternativo per accompagnare e stimolare la comunicazione orale. Il partner comunicativo “legge” ad alta voce l’immagine, creando così lo “stimolo orale in entrata” per accompagnare, nel caso in cui ci fossero le condizioni, anche la produzione verbale in uscita.

Spesso la CAA viene definita semplicemente come uno strumento per persone con difficoltà relative al linguaggio orale e alla scrittura ma può essere invece definita come l’insieme di strategie, conoscenze, tecniche con l’obiettivo di potenziare il linguaggio verbale. L’obiettivo della Comunicazione Alternativa Aumentativa non è quello di sostituire il linguaggio il verbale ma di potenziarlo. Con il termine comunicazione “aumentativa” infatti significa potenziare la comunicazione standard, senza sostituirla.

La CAA consente di includere nel “contesto classe” il sia il singolo bambino con disabilità ma anche i bambini con difficoltà di apprendimento, gli studenti stranieri e recentemente la CAA viene anche utilizzata per il deficit di attenzione (ADHD).

La Comunicazione Aumentativa e Alternativa (CAA) per bambini

Scuola Infanzia e Scuola Primaria