La violenza contro le donne spiegata ai bambini

La violenza contro le donne spiegata ai bambini

Spiegare la violenza contro le donne con un libro: “Chiamarlo amore non si può”. 23 autrici raccontano ai bambini e alle bambine le infinite facce della prevaricazione, fisica, psicologica e sessuale. “Chiamarlo amore non si può” è un libro per dialogare e riflettere insieme ai bambini e ai più giovani su questa realtà, ancora così diffusa, della violenza contro le donne.

Spiegare la violenza contro le donne con un libro

Secondo uno studio completo pubblicato dall’Organizzazione Mondiale della Sanità oggi più di un terzo delle donne nel mondo (35,6 %) che subiscono la violenza fisica tra le mure di casa non riescono a dire ‘no’ a ogni forma di sopruso (non ce la fanno per mille ragioni, non è un giudizio).

Quella che si consuma, spesso in segreto, nell’intimità della casa (ma non solo), è una violenza che assume mille maschere: a volte, si nasconde dietro gesti più sottili e ‘ambigui’ che non lasciano segni sulla pelle. Perché oltre alle botte e al sesso-stupro, esistono anche le minacce, le umiliazioni, le intimidazioni e le denigrazioni perpetuate giorno dopo giorno.

Chiamarlo amore non si può è il libro scritto da 23 autrici per raccontare ai bambini e alle bambine la violenza contro le donne. Che troppo spesso è giustificata proprio in nome di quel sentimento, di fatto, invece, calpestato e ucciso.

Questi 23 racconti esplorano tra gli infiniti risvolti della prevaricazione verso le donne cristallizzandoli in una fotografia che non mente… Pagine dure, a tratti poetiche e strazianti, a volte ‘gelide’ e impietose, che non fanno sconti alla verità. Perché è necessario affrontarla (senza fronzoli) per dire stop a quelle esperienze che nessuna bambina, ragazza e donna dovrebbe mai vivere.

La violenza contro le donne spiegata ai bambini e alle bambine

Il Cervo e la vite: Favola di Esopo per Bambini

Il Cervo e la vite – Favola di Esopo per bambini
Scuola Primaria

Il Cervo e la vite: la Favola di Esopo completa

<<Siamo a fine settembre e è periodo di caccia. I cacciatori hanno avvistato un cervo che cerca di scappare ma non riesce a trovare un rifugio dove nascondersi. I cacciatori la inseguono ma alla fine il cervo trova rifugio vicino una vite ricca di foglie e di grappoli d’uva quasi matura- finalmente un posto dove nascondermi, le foglie sono grandi e hanno ormai un bel colore rossiccio con il mio manto si può confondere. Mentre era accovacciato sotto la vite, passa inosservato agli occhi dei cacciatori non appena costoro arrivarono nel luogo. Illuso di averla passata liscia, quando gli sembrò che le voci si fossero dileguate iniziò a brucare le foglie della vite. Intanto un cacciatore che stava continuando a perlustrare tutta la zona, a un certo punto si accorse che qualcosa faceva muovere e crepitare le foglie, guardò meglio e subito gridò:- venite qui, l’ho trovato I cacciatori allora accerchiarono la povera bestia terrorizzata e per lei non ci fu più scampo- – il povero cervo tra se e se disse:- non dovevo mangiare questa vite così generosa che mi aveva salvato.>>

— Fine della favola “Il Cervo e la vite” —

La morale della Favola di Esopo: Il Cervo e la vite

Come insegna la morale della favola Il Cervo e la vite“: chi ricambia un bene con un male deve aspettarsi il giusto castigo.

La Favola di Esopo: Il Tordo è stata riadattata e la potete proporre ai bambini della Scuola Primaria.

Potete scaricare la Storia e i Disegni della favola ‘Il Cervo e la vite‘ in maniera gratuita cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

Il Cervo e la vite – Favola di Esopo per bambini

Il Naufrago e il mare: Favola di Esopo per Bambini

Il Naufrago e il mare – Favola di Esopo per bambini
Scuola Primaria

Il Naufrago e il mare: la Favola di Esopo completa

<<Un pescatore, era partito con la sua arca mentre il mare era calmo. All’improvviso si accorse che si stavano formando grossi cavalloni infatti in pochi minuti si scatenò una burrasca spaventosa, la barca si rovesciò e il pescatore fece fatica a restare a galla ma riuscì ad arrivare in spiaggia. Esausto crollò in un sonno profondo e al suo risveglio e al ricordo di quello che era successo iniziò a imprecare contro il mare:- vigliacco, traditore, ci trai quando sei calmo; noi ci affidiamo tranquilli e poi fai il voltafaccia, ti infuri e ci distruggi. Il mare, intanto era tornato calmo, prese le sembianze di una persona e rispose:-non è mia la colpa di quello che succede, sono i venti i veri responsabili che invidiosi della mia tranquillità, quando meno me lo aspetto mi saltano addosso e mi fanno infuriare.>>

— Fine della favola “Il Naufrago e il mare” —

La morale della Favola di Esopo: il Naufrago e il mare

Come insegna la morale della favola Il Naufrago e il mare“: chi esegue un ordine malvagio non è il vero colpevole dei guai che combina, lo è invece chi glielo impone.

La Favola di Esopo: Il Naufrago e il mare è stata riadattata e la potete proporre ai bambini della Scuola Primaria.

Potete scaricare la Storia e i Disegni della favola ‘Il Naufrago e il mare‘ in maniera gratuita cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

Il Naufrago e il mare – Favola di Esopo per bambini

Il Tordo: Favola di Esopo per Bambini

Il Tordo – Favola di Esopo per bambini
Scuola Primaria

Il Tordo: la Favola di Esopo completa

<<Un piccolo tordo, tra tutti i fratelli, era il più schizzino, non si accontentava mai di quello che gli portavano al nido. Quando fu più grande e iniziò a volare disse tra se e se:-sono sicuro che adesso che posso fare tutto da me riuscirò a trovare quello che più mi piace. Volava sempre da un’altra pianta all’altra ma niente, ogni sapore gli ricordava quello del cibo che gli portavano i suoi genitori. Un giorno finì su una pianta d mirto e inizio a mangiare: – queste bacche si che sono buone- gridò con gioia. Finito il su pranzo decise che non sarebbe più mosso da li, era comodo e aveva tutte quelle golosità a disposizione.. Un uccellatore che si era accorto che il tordo agave prelazione per quella pianta, mise un pò di vischio su alcuni rami e così riuscì a prenderlo. Il povero tordo quando finì sopra il vischio che aveva spalmato l’uccellatore rimase bloccato e per lui on ci fu più scampo.- mi sono rovinato per il piacere della gola!- disse tra se e se il tordo.>>

— Fine della favola “Il Tordo” —

La morale della Favola di Esopo: Il Tordo

Come insegna la morale della favola Il Tordo“: molti uomini incapaci di resistere ai peccati di gola rischiano la salute e anche la vita.

La Favola di Esopo: Il Tordo è stata riadattata e la potete proporre ai bambini della Scuola Primaria .

Potete scaricare la Storia e i Disegni della favola ‘Il Tordo‘ in maniera gratuita cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

Il Tordo – Favola di Esopo per bambini

La Zanzara e il Leone: Favola di Esopo per Bambini

La Zanzara e il Leone – Favola di Esopo per bambini
Scuola Primaria

La Zanzara e il Leone: la Favola di Esopo completa

<<Un giorno, una zanzara, andò davanti un leone e dopo avere fatto l’inchino davanti al re si mise a parlare:- pensi che siccome io sia piccola rispetto alla tua figura imponente, abbia paura di te?- disse la zanzare ala leone. -Tu hai poderose unghie, denti aguzzi e forti che possono uccidere ma non me, se non ci credi facciamo una prova. Il leone accettò la sfida e davanti a una cerchia di animali che volevano assistere iniziò la sfido. La zanzara si gettò in picchiata verso le narici del leone e lo punzecchiò, il leone cercò di difendersi con le su zampe ma non fece altro che graffiare se stesso. L’insetto, continuò imperterrito il suo attacco finché il leone, esausto , fu costretto ad arrendersi. La zanzara risultò vincitrice di questa sfida, le sua compagne suonano le trombe e la portano in trionfo. È raggiante e assume subito un’ aria di superiorità. Dopo, saluti tutti e prende il volo ma non si accorse di una tela di ragno intessuta tra i rami di un albero. Ci finì tutto ad un tratto senza neanche accorgersene e rimase prigioniera e per le non ci fu più scampo.>>

— Fine della favola “La Zanzara e il Leone” —

La morale della Favola di Esopo della Zanzara e il Leone

Come insegna la morale della favola La Zanzara e il Leone“: accade spesso che si riescono a superare gli ostacoli più grossi ma poi si inciampa su un sassolino.

La Favola di Esopo: La Zanzara e il Leone è stata riadattata e la potete proporre ai bambini della Scuola Primaria.

Potete scaricare la Storia e i Disegni della favola ‘La Zanzara e il Leone‘ in maniera gratuita cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

La Zanzara e il Leone – Favola di Esopo per bambini