Bambini con autismo: Giochi all’aperto

Bambini con autismo: Giochi all’aperto

Per fare questi Giochi all’aperto con bambini con autismo (disturbi dello spettro autistico) dovrete avere come Materiali:

quello che potete trovare nei prati, nei campi o nelle spiagge; pochi materiali tipici dei giochi all’aperto, come secchielli, palette, carriole, ecc.

Giochi all’aperto – Funzioni:

se l’attività all’aria aperta piace al bambino, se si sente a suo agio nei prati o in spiaggia, se gli piace correre, saltare e tirare i sassi, allora l’attivazione emotiva data da queste esperienza potrà facilitare una condivisione dell’emozione congiunta verso gli oggetti che suscitano in lui una naturale attenzione. I giochi proposti non intendono riempire il tempo che il bambino passa con voi all’aperto: è importante, sia per lui sia per voi, che possa anche scorrazzare e svagarsi come gli viene spontaneo. Questi giochi vi daranno comunque la soddisfazione di avere utilizzato ai fini dello sviluppo anche l’esperienza all’aperto.

Gioco all’aperto per bambini con autismo N.1 – Guardare il movimento delle foglie

Sem il bambino ama le foglie, muovete per dieci minuti davanti a lui un ramoscello, richiamando la sua attenzione sulle foglie e su di voi che gli proponete il gioco. Anche qui occorrono rigore e metodo, perchè può darsi che il bambini autistico tenda a cercare foglie in movimento per conto suo, mentre dovete fare in modo che condivida con voi questa attenzione. Chiedetegli sempre di guardare le foglie che muovete, poi fermatevi e ripetete il gesto, quindi esortatelo a fare altrettanto. All’inizio sarà difficile, ma ripetendo il gioco potrete arrivare a condividere una situazione piacevole e a dare un senso a una passione che sembrava non averne. Data la difficoltà di aderire a un’attività che appare insensata, definire in anticipo la durata del gioco potrà aiutarvi.

Gioco all’aperto per bambini con autismo N.2 – Buttare sassi nel fiume o nello stagno

Preparate un bel mucchietto di sassi. Prendetene uno in mano, tenete il bambino vicino e chiedetegli di guardarvi mentre lanciate il sasso nell’acqua, enfatizzando il gesto e facendo un’esclamazione quando il sasso tocca l’acqua. Date al bambino con autismo un altro sasso, chiedetegli di lanciarlo e guardate la traiettoria, indicandola con il dito. Ditegli: <<Bravo!>> e porgetegli un altro sasso; oppure lanciatene uno voi e uno il bambino, finchè il mucchio è finito. A questo punto il gioco può terminare, oppure ricominciare da capo; in questo caso, la raccolta di un nuovo mucchio di sassi, con l’aiuto di un secchiello o di una carriola può essere il rituale successivo.

Gioco all’aperto per bambini con autismo N.3 – Sbattere i piedi nell’acqua

Nella bella stagione, se potete, andate in riva al mare, a un fiume, a un ruscello, o sul bordo di una piscina. Sbattete i piedi nell’acqua insieme al bambino autistico, chiedendogli di farlo con forza e di guardare gli spruzzi. Potete tenergli le mani e saltare nell’acqua insieme a lui, facendo spruzzi e chiedendogli sempre di guardarvi, di guardare con voi gli spruzzi, commentando l’evento con parole chiare e giocose e dicendogli: <<Bravo!>>.

Sviluppare l’interazione sociale – Giochi all’aperto per bambini con autismo

Rispondi