L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada: Favola di Esopo per Bambini

L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada – Favola di Esopo per bambini
Scuola Primaria

L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada: la Favola di Esopo completa

<<Un leone, che aveva già la pancia piena, era mansueto e di buon umore, ad un bivio incotto un uomo e si mise. camminare vicino a lui verso la stessa direzione. Iniziarono a parlare quindi dopo i preamboli di – come stai?, dove vai?- ognuno iniziò a parlare di se stesso e della sua famiglia. – Sono fiero di essere un leone- diceva quest’ultimo, sono imponente, tutti mi temono. – non parliamo di quanto io sia orgoglioso di appartenere alla razza umana- disse l’uomo.- siamo forti e domiamo anche le belve come te perchè abbiamo l’intelligenza che ci fa superare ogni ostacolo. Il leone ribatteva che quanto a intelligenza anche i leoni capiscono le cose dell’uomo. Solo che lo dimostrano in maniera diversa. Questi battibecchi sarebbero continuati ancora per le lunghe finché non incontrarono da un lato della strada una pietra nella quale era incisa la scena di un uomo che strozzava un leone.- vedi che siamo più forti di voi?- disse l’uomo. -caro mio, se anche noi fossimo capaci di scolpire la pietra, sai quanti uomini vedresti sotto la zampa del leone?- rispose il leone.>>

— Fine della favola “L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada” —

La morale della Favola di Esopo: L’uomo e il Leone che facevano la stessa strada

Come insegna la morale della favola L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada“: l’arte può rappresentare qualsiasi cosa anche al di fuori della realtà.

La Favola di Esopo: L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada è stata riadattata e la potete proporre ai bambini della Scuola Primaria .

Potete scaricare la Storia e i Disegni della favola ‘L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada‘ in maniera gratuita cliccando sul tasto “Download” che trovate in alto.

L’Uomo e il Leone che facevano la stessa strada – Favola di Esopo per bambini

Rispondi