5 Giugno – Giornata Mondiale dell’Ambiente

5 Giugno – Giornata Mondiale dell’Ambiente

Il 5 giugno si celebra in tutto il mondo la Giornata dell’Ambiente, ma perché è stata scelta proprio questa data? 

La ricorrenza è stata istituita dall’Assemblea Generale dell’ONU nel 1972, per ricordare la  Conferenza sull’Ambiente che si è svolta a Stoccolma dal 5 a 16 giugno 1972. Durante la Conferenza di Stoccolma, infatti, venne delineato il Programma Ambiente delle Nazioni Unite. A questa importante celebrazione aderiscono oltre 100 Paesi del mondo, tra cui l’Italia.

La Giornata Mondiale dell’Ambiente nasce, quindi, con lo scopo di spingere tutti ad una maggiore presa di consapevolezza e a prenderci cura concretamente del nostro Pianeta. È un’occasione preziosa per ricordarci che ognuno di noi può fare qualcosa per essere parte del cambiamento di cui la Terra ha bisogno, oggi più che mai.

La natura e la sua biodiversità sono al centro delle preoccupazioni delle Nazioni Unite: e a ragione, dal momento che nel mondo sono circa un milione le specie viventi a rischio estinzione, pari all’11% circa del totale. Secondo gli scienziati, a questo ritmo ci troveremo presto di fronte a una sesta grande estinzione di massa. Ad aggravare la situazione già compromessa del nostro pianeta concorrono diversi fattori: dal tanto citato cambiamento climatico, al conseguente scioglimento dei ghiacciai, alla deforestazione.

5 Giugno – Giornata Mondiale dell’Ambiente: In Italia parte il countdown del Climate Clock

In Italia parte il countdown dell’orologio per il clima (Climate Clock). Spina attaccata e display luminoso accesso: Cingolani accende così l’Orologio del Clima.

Il Climate Clock è stato dunque presentato in occasione della Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021. L’obiettivo è quello di sensibilizzare il nostro approccio alla vita rispetto ai cambiamenti climatici. L’Orologio del Clima ora segna un pò meno di 7 anni. Per la precisione, 6 anni e 7 mesi. Questo è il tempo che ci rimane dal fare le scelte “giuste”. Un tempo che può variare a seconda delle iniziative che si metteranno in campo.

Le lancette dell’ Orologio del Clima, in realtà dei numeri digitali appesi sulla facciata del dicastero di via Cristofaro Colombo, dove ha casa la Transizione Ecologica, segnano il tempo che ci divide dal contenimento dell’aumento della temperatura media globale entro gli 1,5 gradi. E quindi dalla messa in pratica dei “giusti” comportamenti.

5 Giugno – Giornata Mondiale dell’Ambiente

Rispondi