Che cos’è un bambino oppositivo e come fare a gestirlo?

Che cos’è un bambino oppositivo e come fare a gestirlo? Scuola Infanzia e Scuola Primaria

Che cos’è un bambino oppositivo e come fare a gestirlo? Come relazionarsi con i propri figli attraverso una comunicazione volta a superare i comportamenti difficili?

Come gestire un bambino oppositivo – Quando e perché un bambino è oppositivo?

Il tema dei bambini oppositivi è molto caldo. Oggi i bambini sono inseriti in ritmi molto veloci, faticosi da sostenere e questo crea loro uno stato di ansia, insostenibile per un bambino.

Spesso gli adulti hanno la pretesa che il bambino comprenda le sue esigenze, quando in realtà è il contrario: i bambini non hanno esperienza ed hanno bisogno di essere accolti e ascoltati. Sono gli adulti che devono cercare di comprendere i loro disagi e bisogni. Affrontare un bambino oppositivo significa fermarsi e cercare di offrirgli ascolto, amore, e aiutarlo a esprimere quello che sta cercando di dire attraverso comportamenti inaccettabili.

Come gestire un bambino oppositivo – Ridimensionare le nostre aspettative

Gestire un bambino oppositivo è difficile perché scatena nel genitore un senso di inadeguatezza. Non si devono prendere i comportamenti del bambino sul personale, ma dobbiamo ridimensionare le nostre aspettative, guardare il presente capire cosa il proprio figlio stia cercando di dirci con questo comportamento. Ciò che per noi è considerato stupido per lui può essere importante. È fondamentale focalizzarci su di lui e ascoltare il suo bisogno.

Come gestire un bambino oppositivo – Come non perdere la pazienza?

Spesso l’adulto che perde la pazienza ha una sorta di timer che quando viene superato un limite esplode. Il lavoro che dobbiamo fare è dentro di noi, dobbiamo mettere in pausa i nostri bisogni e le nostre esigenza. Il consiglio è quello di fare un respiro profondo, riossigenare il cervello e trovare delle strategie creative per affrontare un momento critico.

I momenti critici si superano riattivando l’amore e riscoprendo la relazione con i propri bambini.

Come gestire un bambino oppositivo – Perché è importante il rinforzo positivo?

Dovremmo riuscire a segnalare al bambino le cose che non vanno bene, ma spiegando come andrebbero fatte. È fondamentale dire al bambino che sta facendo una cosa bene, che ci piace quello che sta facendo, raccontando le nostre emozioni, questo nutre la positività della relazione con i nostri bambini.

Che cos’è un bambino oppositivo e come fare a gestirlo?

Rispondi