20 Novembre – Giornata Mondiale dei diritti dei bambini 

20 Novembre – Giornata Mondiale dei diritti dei bambini 

Il 20 novembre si celebra la Giornata Mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, un’occasione in cui ribadire la necessità di un impegno universale per la tutela dei diritti sacri e inviolabili di ragazzi e bambini.

La Giornata mondiale stata istituita per la prima volta nel 1954 come Giornata Mondiale dei diritti dei bambini e viene celebrata il 20 novembre di ogni anno per promuovere la solidarietà internazionale, la sensibilizzazione dei bambini in tutto il mondo e il miglioramento del loro benessere.

Il 20 novembre è una data importante anche perché nel 1959 l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Dichiarazione dei Diritti del Bambino. Trent’anni più tardi, nel 1989, l’Assemblea Generale delle Nazioni Unite ha adottato la Convenzione sui diritti del fanciullo.

Madri e padri, insegnanti, infermieri e medici, leader di governo e attivisti della società civile, esponenti di aziende e professionisti dei media, così come i giovani e gli stessi bambini, possono svolgere un ruolo importante nel rendere la Giornata Mondiale dei diritti dei bambini rilevante per le loro società, comunità e nazioni.

La Giornata dei diritti dei bambini offre a ciascuno di noi un punto di ingresso ispiratore per sostenere, promuovere e celebrare i diritti dei bambini, traducendo in dialoghi e azioni che costruiranno un mondo migliore per i bambini.

20 Novembre – Giornata Mondiale dei diritti dei bambini: La convenzione sui diritti dell’Infanzia

Era il 20 novembre 1989 quando fu approvata la Convenzione sui diritti dell’infanzia dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite: un punto di svolta nella legislazione sui minori.

Un documento che riconosce per la prima volta bambini, bambine e adolescenti come titolari di diritti civili, sociali, politici, culturali ed economici.

Una vera e propria rivoluzione culturale: il bambino non è più visto come soggetto passivo, mero ricettore di cura e protezione, ma viene considerato titolare di diritti e reale protagonista della sua vita.

Hanno aderito alla convenzione 196 paesi, diventando così il trattato internazionale più ratificato al mondo. L’Italia ha aderito con la Legge n. 176 del 27 maggio 1991.

La Convenzione è composta da 54 articoli e può essere divisa in tre parti:

  • La 1a parte (art. 1-41) enuncia una lista di diritti civili politici, economici , sociali e culturali di cui bambini e adolescenti sono titolari;
  • La 2a parte (art. 42-45) identifica gli enti preposti e le procedure per l’implementazione e il monitoraggio della Convenzione;
  • La 3a parte (art. 46-54) definisce le procedure di ratifica.

Nonostante siano trascorsi quasi 30 anni dall’approvazione della Convenzione ONU sui diritti dell’infanzia le condizioni di vita di milioni di bambini e adolescenti sono ancora oggi inaccettabili. Diritti fondamentali come quello alla vita, alla famiglia, alla salute, alla protezione da ogni forma di abuso e sfruttamento sono continuamente violati. La Giornata Mondiale dei diritti dei bambini è un’occasione importante per riflettere su come garantire l’applicazione della Convenzione nella vita di tutti i bambini.

Le persone sulla Giornata Mondiale dei diritti dei bambini hanno anche chiesto:

  • Quali sono i diritti dei bambini 20 novembre?
  • Quali sono i diritti di un bambino?
  • Quando è stata istituita la Giornata internazionale per i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza?
  • Perché il 20 novembre la Giornata mondiale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza?

20 Novembre – Giornata Mondiale dei diritti dei bambini 

Rispondi